Get Adobe Flash player

Meteo

Ringraziamenti

Zizzania 2010

Dal 10 al 12 settembre 2010 presso il nostro campo di addestramento si è svolta l’”Operazione Zizzania”. Hanno partecipato gruppi di Protezione Civile e Cinofili delle regioni Veneto, Lazio, Lombardia e Liguria.

Tutto è nato quasi per scommessa dalla testa dei tre reduci dalla Spagna: Sandro, Nicola e Luigino che, dopo essersi misurati con i volontari di I.A.E., hanno deciso di proporre lo stesso tipo di esercitazione anche in patria.

Non è stato facile convincere i soci, specialmente la componente femminile che saputo che per tre giorni si sarebbe vista privata delle agiatezze domestiche ha provato timide trattative. Vento in poppa, la nave è partita e, visto l’esito, si può dire che il 12 settembre 2010 è arrivata in porto carica di soddisfazioni e maggiori certezze sulle nostre capacità.

Zizzania non è un nome scelto a caso, infatti, ci ricorda l’erba infestante che confondendosi tra l’erba buona rovina la qualità e bontà del raccolto. Quasi a vincere questa metafora il nostro gruppo, già dall’inizio del 2010, aveva messo in calendario questa esercitazione con il chiaro intento di proporre un week end di duro lavoro a ritmi serrati dove, nel rispetto delle proprie specialità e competenze, i volontari di quella grande e complessa macchina della Protezione Civile che vi avessero preso parte avrebbero formato dei team di lavoro misti ed addestrati per intervenire con competenza in situazioni critiche quali la ricerca dei dispersi in macerie (simulazione di terremoti) ed in superficie.

Prima di ogni attività si è pensato di dare nozioni essenziali sullo status rivestito dal volontario di P.C., sulle qualifiche che assume al momento dell’attivazione e sulle responsabilità che gravano su tutta la “piramide di comando ed esecuzione del servizio”. Per questo la conferenza di apertura è stata affidata alla d.ssa Paola CAMERAN – giudice presso il Tribunale di Padova – allargando l’evento anche ai volontari della Provincia di Padova che hanno affollato in gran numero la sala conferenze. Il momento è servito a spiegare in modo chiaro e pratico le ultime modifiche normative in materia di sicurezza sul lavoro e responsabilità personali dei volontari quando, attivati dalle Autorità, sono chiamati “a lavoro”.

Dopo l’ascolto e lo studio è arrivato il momento dell’azione.

I volontari iscritti all’esercitazione si sono cimentati in tre percorsi formativi supportati da figure professionali e qualificate: l’istruzione sanitaria di base che può consentire, se richiesto, di collaborare con le figure professionali preposte; le manovre elementari di soccorso in superficie e macerie sia per l’autotutela sia per procedere al recupero di feriti lievi ed infine l’approntamento e l’esecuzione delle ricerche in macerie e superficie con l’ausilio delle unità cinofile.

Per tutto il giorno cani ed uomini hanno operato insieme a stretto contatto dando vita a ricerche in macerie diurne e notturne, a recuperi dei poveri figuranti che hanno passato ore nelle gallerie o nei buchi fra i lastroni di cemento ed anche a manovre con verricello, scale, barelle ed imbrachi per il posizionamento delle unità cinofile ed il recupero dei feriti.

Molte sono state anche le occasioni di scambio di idee ed esperienze che hanno arricchito il bagaglio professionale di ogni volontario.

Vedere che, dopo le naturali perplessità iniziali, ogni volontario si è dimenticato di provenire da questo o quel gruppo imparando a formare una squadra di lavoro che in sintonia e con spirito di sacrificio si è dedicata al proprio percorso addestrativo ha reso il nostro cuore gonfio di orgoglio per essere riusciti a trasmettere lo spirito che ci aveva sostenuti nell’organizzare l’evento: la disponibilità ed il servizio incondizionato..

Quello che all’inizio sembrava una scommessa quasi impossibile, cioè riuscire ad amalgamare in uno stesso team persone di provenienze diverse, con mansioni e specialità diverse, alla fine invece è diventato realtà.

Hanno partecipato persone di ogni età, specialità ed esperienza, ma alla fine tutti si sono sentiti una squadra e questo è stato il senso della manifestazione.

Un grazie a tutte quelle persone, aziende e Pubbliche Amministrazioni che con il loro prezioso contributo hanno permesso la realizzazione di questo evento.

Tutte le foto > Clicca QUI’