Get Adobe Flash player

Meteo

Ringraziamenti

Attività

La principale attività del gruppo è la ricerca di persone disperse,

sotto macerie o in superficie,

in collaborazione con la Protezione Civile.

RICERCA PERSONE TRAVOLTE DA MACERIE

E’ il tipo di intervento mirato al ritrovamento di persone rimaste sepolte sotto le macerie a causa di catastrofi naturali come terremoti, esplosioni, frane, crolli, smottamenti, ecc. Una specializzazione che richiede una perfetta gestione pratica di coordinamento e affiatamento tra cane e suo conduttore, per garantire la rapidità e l’efficacia di intervento, fondamentale in situazioni critiche.

RICERCA PERSONE DISPERSE IN SUPERFICIE

E’ la ricerca più frequente,  impegna un maggior numero di unità cinofile da soccorso da preparare, poiché ogni anno cresce il numero di richieste per interventi di questa tipologia. Per ragioni diverse sono numerose le persone che non fanno ritorno a casa nei tempi previsti: anziani, individui con problemi psichici, bambini, persone che subiscono cadute gravi o colpite dalle avverse condizioni meteorologiche o che semplicemente si avventurano in zone boschive o montane non conosciute.

L’ UNITA’ CINOFILA

 L’unità cinofila è un team composto da uomo-cane (conduttore-cane), impiegato durante le operazioni di soccorso, per la localizzazione di persone disperse. Durante il lavoro di ricerca, il cane utilizza quasi esclusivamente il suo naso, l’olfatto.

PERCHE’  SI UTILIZZA IL CANE

Nel cane il senso dell’olfatto è il più sviluppato sia per potenza che per discriminazione. La mucosa olfattiva del cane è di 50 cmq (con circa 225 milioni di cellule), contro i 5 cmq dell’uomo (con circa 15 milioni di cellule). Il cane riesce a percepire odori che l’uomo non avverte neanche minimamente, discriminare e distinguere due odori, così come noi uomini siamo in grado di distinguere due sfumature di colore molto vicine. Conoscendo questi presupposti si può insegnare al cane ad utilizzare questo senso per seguire gli odori, ritrovare essere umani e oggetti (armi droga esplosivi), in cambio della cosa più importante: i complimenti del suo conduttore e l’ambito premio (gioco o bocconcino).

SOCCORSO

I primi 10 anni di attività ci hanno insegnato che non basta solo avere delle unità cinofile ben preparate ma serve avere un gruppo completo di tutto ed autosufficiente.

Per questo abbiamo deciso di valorizzarci professionalmente allargando il nostro servizio anche alle operazioni di soccorso.

Oggi possiamo vantare un campo macerie di oltre 3.000 mq allestito e curato nei minimi particolari per rendere ogni scovo vicino al reale, dove tre volte a settimana si allenano le nostre unità cinofile ed i soccorritori per la ricerca dei dispersi e l’effettuazione delle manovre di soccorso e recupero.

La professionalità dei nostri istruttori cinofili e di manovre di soccorso oggi, grazie ai finanziamenti regionali ed alle offerte di numerosi sostenitori, si integra dei mezzi necessari all’effettuazione delle esercitazioni e delle operazioni: infatti siamo forniti di un furgone e un fuoristrada con carrelli rimorchiabili per il trasporto di una squadra completa di cinofili e soccorritori con al seguito le varie attrezzature necessarie al soccorso, tra cui tre tipi di barelle (una tavola spinale, una barella a cucchiaio ed una barella toboga), un estricatore spinale, imbraghi, moschettoni, corde, argano e tutto il necessario per il recupero e soccorso in ogni situazione nella massima sicurezza. Oggi siamo autosufficienti per almeno 7 giorni, grazie anche a una tenda pneumatica di circa 40 mq, ai generatori di corrente (fino a quattro di varie potenze), agli impianti di illuminazione ed al personale logistico che provvede al sostentamento degli operativi.